ACAF - Associazione Catanese Amatori Fotografia

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
ACAF Forum
Benvenuto/a, Ospite
Prego Accedi o Registrati.    Password dimenticata?
e ritornammo a riveder le stelle (1 in linea) (1) Visitatore
Vai a fine pagina Rispondi al messaggio Preferiti: 0
Discussione: e ritornammo a riveder le stelle
#9647
PipPap (Utente)
utente platinum
Messaggi: 958
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio Ubicazione: catania Compleanno: 1952-11-11
e ritornammo a riveder le stelle 4 Anni, 5 Mesi fa Karma: 9  
… e ritornammo a riveder le stelle.

Che un’apparente serata trascorsa insieme sulle pendici dell’Etna, provando a contare le stelle, magari cercando con loro una corrispondenza più intensa, una serata nella quale sentirsi parte di una comunità di “matti” visionari che credono ancora nella magia dell’immagine, che cercano risolutamente di non cadere nella caccia ad oltranza delle medesime o nell'archiviazione eterna dell’oblio, che un'apparente serata, ripeto, potesse diventare un evento non passeggero ma significativo perché atteso, sperato, cercato e voluto, beh di tanto ero stato buon profeta.
Ed infatti volevo essere parte della comitiva, volevo essere parte dell’esperienza.

Un’esperienza che ho vissuto “sotto stelle che non stavano a guardare” ma che, stuzzicate, forse, dall'appetito, non sapevano se lasciare in pace lo chef Sergi o collocarlo in un angolo della Via Lattea.
Stelle che silenziosamente ci venivano accanto quando, abbandonata la baldoria, con noi si stringevano intorno alle morbide note di un violoncello e di un contrabbasso che, a loro volta, evocando Handel, Piovani, Morricone, ci ricordavano che la notte si faceva buia anche se noi volevamo ancora più luce per i nostri disegni, per i nostri progetti, per le nostre visioni, per i nostri sogni.
E se, fino ad allora, lo chef Sergi aveva dissertato da par suo su tume perse, caprini, caci vari e compagnia saporita, quando a lui si accostava mastro Daniele, allora mi stupiva letteralmente per sapienza tecnica, capacità didattica, convinta assertività: un pifferaio magico tout court!!
Insomma al duo sonoro di prima adesso si contrapponeva un altro duo, fantastico quanto luminoso, che magicamente ci invitava a leggere la notte attraverso la conoscenza consapevole dei nostri strumenti.

Io provavo freddo, e una botta di sonno mi spingeva a rifugiarmi dentro l’abitacolo di una automobile ma facevo in tempo a vedere, attraverso il finestrino, ombre luminose, scie intelligenti, percorsi immaginifici: tutte espressioni di volontà di conoscere il mondo, di comprenderlo; e scambiarne l’ acquisita conoscenza.
Il vino, intanto, mi riscaldava, la sciarpa dell’amica mi conciliava con il sonno e, accanto, le risate fresche e ingenue dei compagni mi rivelavano che nel buio della notte, li a Piano Vetore, le stelle volevano giocare con noi.
Avevano volti nuovi e nomi nuovi: Clotilde, Irene, Rosalia, Roberto, Rigel, Altair, Aldebaran, Sirio, Berenice, Orsa ….
Mi sto confondendo; nei mesi futuri dovrò “mettere tutto a fuoco”.
Ma ho visto pure un estintore in giro!
 
Riporta a un moderatore   Loggato Loggato  
 
Ultima Modifica: 2016/08/07 11:41 Da PipPap.
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
Vai all'inizio pagina Rispondi al messaggio
Powered by FireBoardscarica gli ultimi messaggi sul tuo computer!

Social network

Segui l'ACAF

instagram.png fb-art.png twitter-logo.png
youtube-128.png