ACAF - Associazione Catanese Amatori Fotografia

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
Martedì 24 Maggio ore 20.30
martedi_azzurra_contest.jpgMartedi 24 Maggio , ore 20.30
visione, commento e premiazione delle foto partecipanti al contest " Controluce"
 
mostra personale Giuseppe Nastasi
no_humans_allowed_-_copertina.jpg
Martedì 26 , precederà la serata dei nostri Giovanna Pappalardo e Cristoforo Berritta, l' inaugurazione della mostra di Giuseppe Nastasi dal titolo "NO HUMANS ALLOWED
non sono ammessi esseri umani"
che rrimarrà esposta per un mese presso la nostra sede e che sarà visitabile ogni martedì sera fino al 17 Maggio!
"NO HUMANS ALLOWED
non sono ammessi esseri umani
di Giuseppe Nastasi
Nelle prime settimane del gennaio 2020, un piccolo e invisibile “organismo ai margini della vita” ha, improvvisamente, portato le nostre vite ai margini. Ci ha isolato, ci ha allontanato, ci ha privato (in alcuni casi per sempre) del contatto delle persone care ed amate. Un piccolo ma potente virus, ci ha ricordato, con forza, l’esistenza di limiti e fragilità della condizione umana che pensavamo la tecnologia avesse ormai cancellato. Inconsapevole, ha ridotto il nostro spazio alla misura delle nostre case. A lungo, ha incorniciato l’orizzonte con porte e finestre. Inaspettatamente, ha dilatato il tempo degli uomini (il nostro tempo) e lo ha modellato con la forma dell’attesa. Spietato, ha reso inerme l’intera popolazione umana, che si è fermata nella speranza di una cura o di un vaccino.
La Natura, no. Mentre il genere umano era occupato a sopravvivere, la Natura ha riempito il silenzio di quei luoghi lasciati vuoti dalle persone. Ha sostituito il rumore, con il sibilo del vento, con il fruscio delle foglie, con lo sciabordio delle onde. Ha rimpiazzato il baccano con cinguettii, gorgheggi e canti; il chiacchiericcio con ronzii, frinii, miagolii, abbai, ululati e versi di ogni genere.
Per quasi un anno, la Natura ci ha anche ascoltati. Ha udito i nostri pianti, le nostre preghiere e, poi, quanto di meglio avevamo da offrire: la nostra musica. Così abbiamo atteso che la fiammella della speranza accendesse una luce alla fine del tunnel.
Forse oggi, il peggio è alle spalle e, con lo scampato pericolo, avremo modo di analizzare e capire le cause e le dinamiche di quanto accaduto. Tuttavia, io mi domando cosa sarebbe accaduto se non ci fossimo riusciti, se, in fondo, questo virus non sia stato soltanto un espediente escogitato dalla Natura stessa per rifiatare un po’, in un tempo ed in uno spazio sospeso, in cui gli esseri umani non sono ammessi: no humans allowed.
 

Programmazione ACAF

< Aprile 2022 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1
< Maggio 2022 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

In Evidenza

Seguici anche su facebook

 

unnamed.jpg«Non temete: ecco l’annuncio di speranza. È per noi, oggi. Sono le parole che Dio ci ripete nella notte che stiamo attraversando». Il cuore della Pasqua e, di conseguenza la resurrezione, offre a tutti il diritto a sperare. 

Papa Francesco