ACAF - Associazione Catanese Amatori Fotografia

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
ACAF Forum
Benvenuto/a, Ospite
Prego Accedi o Registrati.    Password dimenticata?
martedì da New York (1 in linea) (1) Visitatore
Vai a fine pagina Rispondi al messaggio Preferiti: 0
Discussione: martedì da New York
#10524
PipPap (Utente)
utente platinum
Messaggi: 929
graphgraph
Utente in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio Ubicazione: catania Compleanno: 1952-11-11
martedì da New York 1 Mese fa Karma: 9  
Oltre l’Oceano

Un martedì diverso, un appuntamento programmato in un tempo non sincronico ed in uno spazio veramente distante.Eppure un martedi, dove è stato semplice e puntale il ritrovarsi.
Ieri sera, la diretta dell’amico Laredo Montoneri ci ha fatto comprendere come la simpatia(che è appunto l’affetto vissuto insieme) sia ancora il canale di comunicazione migliore per parlare di noi stessi, dei mali del nostro tempo, delle nostre aspirazioni, dei nostri sogni.
L’avevo lasciato, qualche anno fa, dinanzi ad una granita, gustata in quel di Piazza Duomo, a Catania, insieme a Cosimo, sua figlia ed al sottoscritto, casualmente passato da lì, e lo ritrovo in una casa di New York, ad Harlem, che parla con noi quasi ci fossimo solo spostati verso i Quattro Canti.
No, tutto questo, non è possibile.
Eppure è così, caro Pippo, rassegnati ed adeguati; e nel frattempo impara che cos’è la simpatia.
La simpatia è parlare con leggerezza e consapevolezza delle proprie scelte di lavoro non cincischiando tra tentennamenti e cacadubbi.
La simpatia è sentire che siamo distanti ma solo perché lui è qualche ora … più avanti.
La simpatia è ricordare che sei stato utile, anche se non ne sei cosciente,affinché tutto questo si realizzasse.
La simpatia è parlare solo di cose riuscite, e di quelle che riusciranno.
La simpatia è consapevolezza che ogni giorno che hai vissuto potrebbe piacere e, forse, anche servirti.
La simpatia è dirsi arrivederci in un dove, in un altrove, dove ci sarà pure coronavirus, ci sarà coprifuoco, ma ci saremo anche noi

Laredo è sempre lui; bello, aitante e sognante; come lo conobbi attraverso un suo lavoro sul tango dove l’attenzione alla musicalità, all’eleganza, al femminino, erano tutt’uno con Il suo gesto fotografico, già spontaneo eppure severamente professionale.
Si, ripeto, professionale, perché in questo versante della fotografia il Nostro sta crescendo e maturando.
E tra le righe - chiamata creatività, chiamata libertà di espressione, chiamata sperimentazione o novità di linguaggio -, traspariva (e mi ha fatto enorme piacere) la libera poeticità del fotoamatore, che sa giocare con la luce quando si riflette sui corpi di ignote persone sulle rive dell’Oceano o quando affiora tra le sete colorate e un delizioso cappellino
 
Riporta a un moderatore   Loggato Loggato  
 
Ultima Modifica: 2020/06/04 16:45 Da PipPap.
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
Vai all'inizio pagina Rispondi al messaggio
Powered by FireBoardscarica gli ultimi messaggi sul tuo computer!

Social network

Segui l'ACAF

instagram.png fb-art.png twitter-logo.png
youtube-128.png