ACAF - Associazione Catanese Amatori Fotografia

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
ACAF Forum
Benvenuto/a, Ospite
Prego Accedi o Registrati.    Password dimenticata?
ancora un martedì (1 in linea) (1) Visitatore
Vai a fine pagina Rispondi al messaggio Preferiti: 0
Discussione: ancora un martedì
#10519
PipPap (Utente)
utente platinum
Messaggi: 920
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio Ubicazione: catania Compleanno: 1952-11-11
ancora un martedì 2 Settimane, 3 Giorni fa Karma: 9  
Martedì scorso.
La pagina virtuale del mio diario ospita, ancora una volta, una poesia di Eugenio Montale “Felicità raggiunta, si cammina per te sul fil di lana. Agli occhi sei barlume che vacilla, al piede, teso ghiaccio che s’incrina ……………. ma nulla paga il pianto del bambino a cui fugge il pallone tra le case” (è, anche, il titolo di una sequenza di Mario Giacomelli).
In effetti, “sotteso” al significato associativo dell’evento, il sottoscritto ha gioito per avervi avuto di fronte e per avervi visto tutti e insieme.
Ho vissuto, invero, un’esperienza nuova; e la sorpresa della novità mi ha rivelato che, da qualche tempo, ero in attesa, in trepida attesa, di rivedere i vostri volti, i vostri sorrisi (via, Pippo, pensavo tra me, in questi giorni, con questo diario, sei riuscito a dare qualche colpo di piccone alla tua immagine antipatica).
Lo schermo, intanto, mi restituiva dei piccoli quadrati colorati, laddove il vostro sembiante si strutturava in figure triangolari (attento, stai tornando antipatico) ma, nonostante il risultato omologante della visione formale (ricominci? ma stai più attento!), bastavano un braccio, un ciuffo, un colore, un sorriso, un paio di occhiali, una fascia tra i capelli ed ecco che il retino del cuore raccoglieva, nel lago dei vostri ritratti, l’esperienza giocosa dell’’intra-vedere, il miracolo di una forma che si manifestava per esprimere un’evidente verità e cioè un pensiero desiderato (ecco, così vai meglio.)
Questa riflessione, invero, si arricchiva di una quantità di dati banali eppure straordinari perché parlavano di voi in modo diverso e della vostra quotidianità: un armadio quattro stagioni (che bel simbolo), delle bianche mensole-scalette riservate alle “piccole cose”, molte preziose fotografie alle pareti, l’irsuto basso sonoro di un bianchissimo sorriso e tanti, tanti libri.
In quei pochi istanti, vi confesso che mi son sentito dentro la poetica di Giacomelli; e ancor più, quando e purtroppo, il filo di quel pallone ha cominciato a oscillare, come un’intermittenza del cuore, compromettendo il flusso dell’emozione per l’incontro raggiunto.
L’amico Vito ha fatto miracoli ma eravamo in tanti ed io già soffrivo per il palloncino sfuggito.
Anche Vito lo sta cercando.
Vi faremo un fischio appena ne recupereremo il sorriso.
 
Riporta a un moderatore   Loggato Loggato  
 
Ultima Modifica: 2020/05/08 13:05 Da PipPap.
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
Vai all'inizio pagina Rispondi al messaggio
Powered by FireBoardscarica gli ultimi messaggi sul tuo computer!

Social network

Segui l'ACAF

instagram.png fb-art.png twitter-logo.png
youtube-128.png