ACAF - Associazione Catanese Amatori Fotografia

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
ACAF Forum
Welcome, Guest
Please Login or Register.    Lost Password?
Re:Città nascosta (1 viewing) (1) Guest
Go to bottom Post Reply Favoured: 0
TOPIC: Re:Città nascosta
#10387
PipPap (User)
utente platinum
Posts: 929
graphgraph
User Offline Click here to see the profile of this user
Gender: Male Location: catania Birthdate: 1952-11-11
Città nascosta 1 Year ago Karma: 9  
La città nascosta

Nel titolo di questo contributo c’è il tema, anzi la tematica, del “contest” estivo elaborato dagli addetti ai lavori acaffini per esercitare il nostro sguardo e pilotarlo verso la rappresentazione fotografica, e quindi verso un’immagine.
Ancora una volta, avverto il desiderio di coinvolgermi in quest’avventura (perché nuove intelligenze emergono nel nostro sodalizio, e perché i nuovi soci sono desiderosi di apprendere; e non credo di illudermi).

Il tema non è facile (ma proprio per queste ragioni sarà bello dissiparne le difficoltà e raggiungere qualche disvelamento oltre il mitico velo di Maya).
Cominciamo dal … vocabolario?
Si tratta di indagare e soppesare un sostantivo, “città”, stavolta privo di articolo, e un aggettivo qualificativo, “nascosta”, che è più di un participio passato.

Il primo, città, ha un significato sufficientemente chiaro ed evidente, e penso che i nostri amici abbiano pensato “latu sensu” a Catania, la nostra città, ma non possiamo escludere una riflessione libera da questa prossimità immediata.

In ogni caso “città” come centro abitato, esteso, sviluppato con edifici, organizzato sotto il profilo amministrativo e sociale; città con riferimento al territorio circostante. Dentro questa definizione sussistono, ma a volte scompaiono (attenti a questo passaggio), i borghi, i quartieri, i rioni, le contrade, i sobborghi, le frazioni; chiamiamo questo fenomeno “conurbazione” che, di fatto, comporta una specie di nascondimento.

Proviamo a sfidare il nostro sguardo.
Dove si nascondono il“Borgo”, l’”Acquicella”, la “Civita”, il Rotolo, la “Carrubba”, e via dicendo?
Dove sono i borghi marinari di Ognina, Carabiniere, San Giovanni Li Cuti, Caito?
Esistono ancora il Villaggio Dusmet, Picanello, il Tindaro, l’Antico Corso, il Boschetto della Plaja, la Sciara Curia e la Villa Scabrosa?
In che rapporto stanno San Berillo vecchio e San Berillo nuovo? E dov'è finito S.Giuseppe La Rena?
Quanto affiora della vecchia città, quella superstite allo sventramento del vecchio Berillo? Basta cercare la sua mimetizzazione intorno all'asse di Corso Sicilia?
E le Ciminiere di Viale Africa come gli ex opifici degli Angeli Custodi di che città parlano?
E il cimitero a chi appartenne? e a chi apparterrà?
Proviamo a cercare quanto è sopravvissuto alle nuove esigenze e che, grazie alla qualificazione storica o devozionale, si è salvato: i vecchi bastioni, le mura di Carlo V°, le vecchie porte, gli ipogei, le terme, i lavatoi, i graffiti sul municipio, i reperti incastonati sui nuovi edifici o quelli riutilizzati dopo i terremoti.
Partiamo con troppa carne al fuoco? D’accordo.

Allora guardiamo alla città che ci sta crescendo sotto gli occhi senza averne percezione: i nuovi mercatini, i mercati etnici, i campi rom, la desertificazione degli ipermercati durante le ore notturne’ il progressivo abbandono degli edifici ecclesiastici, il ritorno delle arene cinematografiche, la stentata e mortificante sopravvivenza degli orinatoi.

Andiamo a “sfruculiare” cosa ci dice il termine “nascosta”.
E qui è un invito a nozze perché "nascosto", è qualcosa di celato (gli archi della Marina ci hanno rubato il mare), di occultato (Catania ha parecchi fiumiciattoli che ogni tanto riappaiono - Ongane, Amenano, Bottaceto, Acquicella -, maldestramente coperti ma esistenti), di rimosso (statue e fontane che si spostano da una piazza all’altra), d’ignorato (tutto il complesso sotto il grattacielo ovvero il largo Paisello.)

Ma “nascosto” è anche intimo, inespresso, recondito, latente, reticente.
E allora ci soccorre lo specifico fotografico: la città nascosta è quella che si rivela (o si nasconde) in un giorno di pioggia, di nebbia, di folla. Quella che vediamo per la prima volta perché abbiamo abbandonato il solito punto di vista (magari perchè siamo a mare, o abbiamo un drone); quella che vediamo di notte afferrando le sagome delle cupole e dei campanili, dei vuoti e dei pieni, delle attese e degli arrivi.
Nascosta perché solo adesso il particolare di quel lampione o di quella grottesca ci si è rivelato. Nascosta perché l’occhio, in prospettiva, ha sovrapposto più cose, creando una finzione reale. Nascosta perché quell’angolo dove abbiamo amoreggiato esiste ancora, e nonostante tutto.

Se mi avete seguito in questo mio primo approccio credo che avrete consentito o non consentito con queste mie divagazioni. Ogni pro e ogni contro sono, però, possibili immagini: troviamole.

(continua)
 
Report to moderator   Logged Logged  
 
Last Edit: 2019/07/30 11:49 By PipPap.
  The administrator has disabled public write access.
#10388
PipPap (User)
utente platinum
Posts: 929
graphgraph
User Offline Click here to see the profile of this user
Gender: Male Location: catania Birthdate: 1952-11-11
Re:Città nascosta 1 Year ago Karma: 9  
E se provassimo a svelare la bellezza che ci sorprende?
Dove vive l'albero più bello di Catania? Dov'è nascosta la sua più bella aiuola? Dov'è il balcone più fiorito? E la fontanella più simpatica? E il graffito più civile? E la panchina più invitante? E il cortile più nostalgico? E la pavimentazione più originale? ed il toponimo che non ti saresti aspettato?

(continua)
 
Report to moderator   Logged Logged  
 
Last Edit: 2019/06/20 18:21 By PipPap.
  The administrator has disabled public write access.
#10389
PipPap (User)
utente platinum
Posts: 929
graphgraph
User Offline Click here to see the profile of this user
Gender: Male Location: catania Birthdate: 1952-11-11
Re:Città nascosta 1 Year ago Karma: 9  
E poi c'è l'ordine delle somiglianze che non sono nascondimenti ma suggestioni, allusioni, apparenze nelle quali vogliamo vedere ciò che ci piace.

Ad esempio quella salitella che somiglia tanto ad Assisi, quel porticciolo che fa tanto Portofino, quella villa che ci ricorda Sanremo, quella piazza che somiglia a quell'altra di Roma, e via dicendo.

(continua)
 
Report to moderator   Logged Logged  
 
Last Edit: 2019/06/28 09:21 By PipPap.
  The administrator has disabled public write access.
#10390
PipPap (User)
utente platinum
Posts: 929
graphgraph
User Offline Click here to see the profile of this user
Gender: Male Location: catania Birthdate: 1952-11-11
Re:Città nascosta 1 Year ago Karma: 9  
La città ci si nasconde quando deliberatamente ne ignoriamo le tracce che, durante la sua storia, si sono posate sul suo tessuto urbano.
Ad esempio, sono ravvisabili tracce della presenza ebraica? poche, ma ci sono.
Più dure a scomparire sono le tracce e le insegne del periodo fascista nascoste più dall'indifferenza che dall'oblio.

La città si nasconde, talvolta, non concedendo visibilità alla molteplice presenza delle sue espressioni religiose: in città ci sono due moschee, un tempio greco-ortodosso, uno cattolico-copto, due templi valdesi, due evangelici e uno protestante; e c'è ancora altro


(continua)
 
Report to moderator   Logged Logged  
 
Last Edit: 2019/07/03 17:16 By PipPap.
  The administrator has disabled public write access.
#10391
PipPap (User)
utente platinum
Posts: 929
graphgraph
User Offline Click here to see the profile of this user
Gender: Male Location: catania Birthdate: 1952-11-11
Re:Città nascosta 1 Year ago Karma: 9  
Guardavo, oggi ,alle grottesche, ai cornicioni, ai sotto balconi (uno di questi, p.zza S.Placido, è decisamente osceno), alle opere in ferro battuto o in ghisa che decorano tanti palazzi; gli equivalenti odierni sono nascosti o non esistono?


(continua)
 
Report to moderator   Logged Logged  
 
Last Edit: 2019/07/19 09:06 By PipPap.
  The administrator has disabled public write access.
#10392
PipPap (User)
utente platinum
Posts: 929
graphgraph
User Offline Click here to see the profile of this user
Gender: Male Location: catania Birthdate: 1952-11-11
Re:Città nascosta 1 Year ago Karma: 9  
Mi telefonano: c'è qualche libro?
Suvvia, è evidente che non è stato concepito un libro sulla città con questo preciso intento anche se l'assunto indicato dagli organizzatori del contest è
presente in ogni trattazione fotografica della città.
Comunque riporto alla vs. memoria il poeticissimo quanto simpatico lavoro di
VALERIA LAUDANI, "Sicilia, attimi di poesia"
"CATANIA, area metropolitana", ponderoso e articolato volume, curato da E.G. Leanza e C., grazie al contributo e alle immagini dei soci del Le gru.
E "Catania, u iancu e u niuru" dei soci ACAF disponibile in sede.


(continua)
 
Report to moderator   Logged Logged  
 
Last Edit: 2019/08/05 17:56 By PipPap.
  The administrator has disabled public write access.
Go to top Post Reply
Powered by FireBoardget the latest posts directly to your desktop

Social network

Segui l'ACAF

instagram.png fb-art.png twitter-logo.png
youtube-128.png