ACAF - Associazione Catanese Amatori Fotografia

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
Marted́ 14 Gennaio 2020 - ore 20:30 PDF Stampa E-mail
martedi_giallo_fattorec_500.jpg

Il fattore “C”.

Non sorridete, vi prego!

Non intendo trattenervi su ambigue o provocatorie allusioni (di quelle considerazioni voglio soltanto trattenere il tono leggero e sorridente).

Intendo riflettere, e conversare con voi, sul fattore “C”, inteso come caso, probabilità, magari, se proprio volete, fortuna.

Quante volte, invero, rimirando una fotografia, nostra o altrui, di un autore sconosciuto come di un grande fotografo, abbiamo considerato che l’autore avesse goduto di un momento felice, vocato, predestinato, insomma di un momento fortunato.

Henry Cartier Bresson, nel cercare “l’attimo decisivo” era stato solo bravo o anche particolarmente fortunato?

Robert Frank che non guardava, a volte, neppure dentro l’obiettivo, si fidava del caso o aveva previsto con intelligenza tutto.

Era più fortunato Wegee a riprendere la scena di una rapina o la fotocamera, che, oggi, è montata all’ingresso della banca?

E vi ricordate “il miliziano caduto” di Robert Capa? Un tragico caso? Un atto di coraggio? Un imbroglio?

E ricordate Daniela Sidari? Ha, forse, ringraziato il caso per le sue stenopeiche?

Ma non andiamo lontano: noi, in questa circostanza vogliamo capire se, poi, il caso esiste veramente? E se esiste, come funziona in fotografia?

Facciamo una premessa.

Alcuni chiamano “caso” l’avvenimento che si verifica con una causa definita e identificabile (visione deterministica che assegna a ogni avvenimento una precisa causa).

Altri chiamano “caso” un evento che accade per cause che certamente ci sono ma ci appaiono sconosciute, “non lineari” (visione non deterministica).

In questa non linearità in tempi moderni gli scienziati hanno introdotto l’elemwntp-esperienza della “probabilità”..

Vivian Meyer, nota a voi tutti, si è introdotta in modo magico e misterioso dentro queste due visioni introducendoci in altre magie, in remoti territori della nostra passione fotografica.

Tutta la storia della fotografia si è nutrita di “caso”. Dice Scianna fotografare è un “toreare” con il caso.

Proviamo a toreare? Magari scopriremo che il “caso” siamo noi.

                                                                                        Pippo Pappalardo

 
< Prec.   Pros. >

Programmazione ACAF

< Dicembre 2019 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
< Gennaio 2020 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

In Evidenza

Seguici anche su facebook

 

Social network

Segui l'ACAF

instagram.png fb-art.png twitter-logo.png
youtube-128.png

  

Login utenti






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Eventi ACAF

Ultim'ora..dal forum

David H. Harvey
PipPap 02-01-20 18:36
Re:lo specchio infedele
flicandro 02-01-20 10:07
lo specchio infedele
PipPap 01-01-20 19:19
george steinmetz
PipPap 16-12-19 10:44
Angelo Pitrone e Sciascia
PipPap 09-12-19 17:50
Re:il cappello di Mazzini
PipPap 29-11-19 12:24
il cappello di Mazzini
PipPap 27-11-19 10:07
Re:Robert Frank
PipPap 27-11-19 09:47
complimenti a roberta giuffrida
PipPap 19-11-19 12:33
L'Aspromonte di Pannucci
flicandro 13-11-19 15:39