ACAF - Associazione Catanese Amatori Fotografia

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
Buon 2020 e buona luce PDF Stampa E-mail
whatsapp_image_2019-12-31_at_18.07.05.jpg
“Guarda nei miei occhi e dimmi cosa vedi”

Guarda il mondo accanto a te, apri gli occhi e la mente e trasforma il tuo sguardo in un risveglio. 
Ti accorgerai che il mondo racconta qualcosa che, paradossalmente, riguarda solo te e quel qualcosa è sempre nuovo e mai antico.
Il tuo sguardo, allora, avrà incontrato il tempo; l’immagine da te confezionata conterrà il futuro, e il passato oltre che il presente; e la forma di ciò che ti circonda sarà costruita con il colore dei tuoi occhi e con la luce della tua persona. 
E capirai che c’è sempre un momento giusto per l’attimo decisivo, per il tempo nascosto, per i diversi punti di vista. E non sarai solo per il mondo; la tua fantasia non conoscerà la solitudine.
E ti piacerà aspettare che le immagini si formino, si parlino e ti parlino.
E quando penetrerai dentro di esse, capirai, magari, che non tutto è sempre come sembra.
Ma tutto questo, mi dirai, è la storia della vicenda umana e, da due secoli, la fotografia si sforza di raccontarla in modo egregio. E’ vero. E allora?
Le fotografie sono solo, e per fortuna, dei depositi di senso e, forse, dei pretesti per discutere: proviamo a ricominciare?
Più tardi - e lo sappiamo per esperienza –  ci accorgeremo che il “guardare sarà diventato vedere”.

Buon Anno ACAF                                                               

 
Pippo Pappalardo
                                                                                            Mary Indelicato
 
< Prec.   Pros. >

Programmazione ACAF

< Giugno 2020 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5
< Luglio 2020 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

In Evidenza

Seguici anche su facebook

 

unnamed.jpg«Non temete: ecco l’annuncio di speranza. È per noi, oggi. Sono le parole che Dio ci ripete nella notte che stiamo attraversando». Il cuore della Pasqua e, di conseguenza la resurrezione, offre a tutti il diritto a sperare. 

Papa Francesco